JXXIII News

«Aiutare i bambini, i ragazzi, i giovani a conoscere e ad amare sempre di più il Signore è una delle avventure educative più belle, si costruisce la Chiesa!» Sono chiare le parole pronunciate da Papa Francesco in occasione del congresso internazionale sulla catechesi del Settembre 2013.

Qualsiasi intervento, pensato per facilitare l’incontro tra il messaggio di fede della Chiesa e le menti più giovani, assume un ruolo decisivo, poiché questo è il fondamento su cui progettare la comunità cristiana del domani. Da diverso tempo l’Associazione Papa Giovanni Sotto il Monte accoglie questa importante sfida, sperimentando modalità nuove attraverso cui coinvolgere ed informare le scolaresche e le comitive di ragazzi in visita nel paese nativo di San Giovanni XXIII.

Tra le maggior novità, la revisione del percorso di scoperta delle virtù di San Giovanni XXIII a seconda delle diverse fasce di età. L’itinerario, pensato per avvicinare i bambini alla conoscenza del Santo, è strutturato in modo semplice ma profondo. I bambini delle elementari e delle prime classi medie verranno introdotti a due argomenti per nulla scontati: Cosa rappresenta la figura del Papa all’interno della Chiesa e Chi sono realmente i Santi?

Il discorso esteso alle classi superiori entra nel merito di alcuni eventi storici che hanno accompagnato la vita di Giovanni XXIII. Un modo per capire come è cambiata l’Italia nei primi cinquant’anni del Novecento: le conseguenze della seconda rivoluzione industriale, il ridimensionamento della mezzadria, preoccupazioni che trovano successivamente spazio nell’enciclica Mater et Magistra. Si aprirà la dolorosa pagina dedicata all’olocausto. Scoprendo l’impegno diplomatico profuso da Roncalli per salvare la vita di moltissimi ebrei durante il suo servizio come delegato apostolico in Turchia. Infine si ripercorrano le vicende della crisi missilistica di Cuba e di come l’intervento di Papa Giovanni abbia scongiurato l’ipotesi di una terza guerra mondiale.

Introduce il percorso per i più piccoli un breve filmato animato che, raccontando la vita di Papa Giovanni, invita alla riflessione: perché Roncalli considerava la sua infanzia povera una “benedizione”? L’incontro dell’altro, soprattutto del più bisognoso, regala uno sguardo ampio sul mondo, visto nelle sue ricchezze e nel suo volto di miseria. Allo stesso modo si vuole condurre i bambini a riflettere sul senso della vocazione. Cosa vorranno fare da grandi? La risposta trovata dal giovane Roncalli è una fonte d’ispirazione: diventare un prete e servire la Chiesa.

L’itinerario prosegue con una passeggiata. All’interno del giardino della pace scopriamo le diverse tappe che accompagnano la lettura della vita di San Giovanni XXIII. Frasi incise nel pavimento di pietra e metallo scandiscono il cammino, e ne sottolineano caratteristiche e virtù.

A conclusione del percorso la possibilità di compiere un gesto, semplice e profondo: portare la carezza del Papa a chi ne ha bisogno. Una calamita raccoglie immagini, sentimenti, preghiere, impegni che ognuno può collocare su una delle 333 colonne in ferro che accompagnano il percorso nel giardino della pace.

La visita al Santuario, della durata di un’ora e mezza, prevede un iniziale momento di accoglienza, la proiezione del cartoon, l’itinerario nel giardino della pace il gesto conclusivo della calamita.

Anche da lontano è possibile vivere questa esperienza, ricevendo direttamente a casa il materiale didattico per la conoscenza della persona di san Giovanni XXIII e la riflessione sul suo pensiero.